Psicoterapia e crescita personale

Psicoterapia individuale e di coppia

Nella vita ci si troverà spesso di fronte a ostacoli: a volte sono esterni e oggettivi (un fallimento scolastico o lavorativo, una perdita importante, una malattia, un cambiamento non desiderato…), a volte sono interni e soggettivi (ansia e panico, ricordi molti dolorosi, pensieri negativi ricorrenti, frustrazione e impotenza…). Molto spesso si tratta di un insieme di entrambe le cose. Al Centro Interazioni Umane offriamo percorsi di psicoterapia individuale e di coppia affinché, anche quando questa situazioni ti bloccano, tu possa tornare a vivere una vita per te sia significativa. Per informazioni e appuntamenti contatta il Centro.

A chi serve una psicoterapia?

Chiunque può intraprendere una psicoterapia: bambino, adolescente, genitore, adulto a qualsiasi età, coppia. Questa scelta è ancora più importante quando avverti che il peso degli eventi e delle tue emozioni ti sta schiacciando, quando ti senti perso e disorientato, quando i tuoi comportamenti ti preoccupano e spaventano. La psicoterapia ti può aiutare finalmente a cambiare rotta se ti rendi conto che il modo in cui vedi le cose e tendi ad agire (o reagire!) non funziona nel contesto e con le persone che hai intorno, finisce per penalizzarti, ti porta in un vicolo cieco. La psicoterapia può contribuire a risolvere un problema specifico che ti limita, o a modificare un comportamento dannoso che hai deciso di cambiare ma che, nonostante i tuoi sforzi, è sempre lì. La psicoterapia può essere un dono che ti fai anche quando senti che le cose vanno abbastanza bene, ma sei convinto che la tua vita potrebbe riempirsi di più entusiasmo e soddisfazione.

Che cosa caratterizza questo tipo di psicoterapia?

L’obiettivo della terapia non è tanto quello di “aggiustarti” o “risolvere tutto”, quanto di aiutarti a vivere in modo per te significativo anche in presenza di quegli ostacoli che la vita ti ha messo di fronte, e progressivamente trasformarli in risorse preziose per il tuo presente e il tuo futuro. Lo faremo riconoscendo chiaramente e dando un nome al problema che stai affrontando e alla tua sofferenza, ma senza etichettarti o considerarti malato per questo. Ci impegneremo a essere guide affidabili mettendo al tuo servizio le nostre conoscenze scientifiche e i metodi di intervento più efficaci, la nostra esperienza clinica e la nostra umanità, invitandoti a scegliere la meta verso cui vuoi dirigerti, il passo che vuoi tenere, e il momento in cui vorrai proseguire da solo.

Che cosa ti verrà proposto concretamente?

Durante la psicoterapia ci concentreremo su alcuni strumenti che ti aiuteranno a comprendere ciò che ti succede e a vivere con pensieri e le tue emozioni più complesse e fastidiose in modo più efficace, cosi che abbiano un impatto meno doloroso. Cercheremo anche di mettere a fuoco ciò che è importante e significativo per te, le cose che ti fanno sentire vivo, e cercheremo di usarle come una risorsa che ti possa guidare nelle tue scelte. Apprenderai modi concreti per affrontare quei comportamenti che non ti piacciono e sono dannosi per te, per sperimentare nuovi comportamenti e trasformarli progressivamente in abitudini positive e gratificanti.

Quanto dura la psicoterapia?

In molti casi, non è possibile indicare una durata precisa. Tuttavia, la psicoterapia cognitivo-comportamentale dà molto valore all’investimento di tempo e risorse economiche della persone. Per questo, è da sempre impegnata verso interventi brevi, basati su prove scientifiche, che potenziano l’autonomia della persona.

La psicoterapia in remoto funziona?

Non solo la psicoterapia in remoto è efficace per una vasta gamma di problemi di natura psicologica, ma sembra essere efficace quanto i trattamenti in presenza. La modalità in remoto ha il grande vantaggio di essere accessibile in contesti in cui l’intervento faccia a faccia non è possibile o pratico. La forma più efficace di terapia in remoto prevede l’interazione video, oltre all’uso di messaggi. Ovviamente, ci sarà sempre la persona per cui l’intervento di persona sarà l’opzione migliore.

Ecco un riferimento bibliografico per chi desidera approfondire:
Andersson, G. (2016) Internet-Delivered Psychological Treatments. Annual Review of Clinical Psychology;12:157-179.

FlessibilMente: Impara a surfare l’onda dell’incertezza - CORSO ONLINE IN PICCOLO GRUPPO

CIU è il primo Centro dedicato alla promozione della flessibilità psicologica in individui, gruppi e organizzazioni. La flessibilità psicologica è l’abilità al cuore dell’Acceptance and Commitment Therapy, un’abilità fatta di azioni che possono essere esercitate e imparate. Pensiamo che il modo migliore per conoscerci sia invitarvi a esercitarvi con noi! Farlo in questi giorni, nel contesto di incertezza e confusione che stiamo vivendo, ha un valore particolarmente importante. Farlo in un piccolo gruppo con altri esseri umani ci offre l’opportunità unica di riconoscere quanto i meccanismi che ci portano a bloccarci sono straordinariamente comuni e trasversali, indipendente dalla unicità delle nostre storie. 

Come?

4 INCONTRI ONLINE di un’ora e mezza in piccolo gruppo (max. 4-6 persone).

Che cosa imparerete?

  • A potenziare le vostra consapevolezza del qui e ora
  • A scegliere momento per momento, quello che è importante per voi
  • A riconoscere gli automatismi e i circoli bloccati responsabili delle nostra sofferenza
  • A esercitare la flessibilità psicologica attraverso strumenti pratici che potete portare nella vostra vita quotidiana

Quale sarà il costo?
120€ per i 4 incontri. La prestazione potrà essere portata in detrazione nella percentuale del 19% nella prossima dichiarazione dei redditi.

Informazioni e iscrizioni

Mindfulness ACT oriented

Riconoscere le nostre emozioni senza giudicarle o respingerle, abbracciandole con consapevolezza, è un atto di ritorno a casa.

Thich Nhath Hanh

La vita attuale è una sfida quotidiana: mette di continuo alla prova il nostro corpo e la nostra mente e allo stesso tempo ci toglie lo spazio e il tempo per fermarci e prendercene cura. Al Centro Interazioni Umane pensiamo che valga la pena di allenare un modo diverso di stare di fronte a ciò che accade dentro e fuori di noi. I percorsi di Mindfulness, o “presenza mentale” promuovono l’abilità di vivere con pienezza e consapevolezza il momento presente.

A chi è destinata?

La mindfulness può essere un’esperienza rivoluzionaria se ti ritrovi perennemente accelerato, sotto pressione, in balia di emozioni intense, o viceversa se avverti uno spiacevole senso di vuoto e di distacco dalla tua esperienza.
Se ti accorgi che passi la maggior parte del tempo nella tua mente, catturato dai pensieri, proiettato nel passato o nel futuro, le pratiche di mindfulness possono esserti davvero utili a ri-imparare il “gusto” di ciò che sta avvenendo qui e ora nella tua vita.
Un percorso di mindfulness è una perfetta occasione se stai cercando un modo per “sentire meglio” o vuoi capire che cosa vuol dire per te vivere pienamente.

Perché è utile la mindfulness?

Allenare regolarmente questa attitudine ha dimostrato molteplici “effetti collaterali” positivi sul benessere fisico e psicologico, fra cui un miglioramento della salute, una più efficace regolazione delle emozioni, una maggiore concentrazione, interazioni personali più soddisfacenti.
La nostra visione della mindfulness è profondamente legata al nostro modello di intervento: l’obiettivo non è arrivare a meditare per ore lontani dal mondo, ma imparare a fermarsi e sentire davvero per scegliere come agire mentre sei immerso negli eventi e le interazioni della tua vita.

Cosa si fa durante gli incontri?

Durante gli incontri ti proporremo diverse pratiche di mindfulness (attenzione ai sensi, consapevolezza del respiro, body scan, consapevolezza di emozioni e pensieri…) procedendo in modo graduale, da quelle più facilmente accessibili a quelle che richiedono maggiore familiarità con la pratica.
Saranno proposti esercizi da svolgere a casa per rendere l’abilità di tornare al momento presente un’abitudine quotidiana.
Il percorso si svolge in gruppo per arricchire l’esperienza, ma può essere seguito anche individualmente su richiesta.

SUL SENTIERO DELLA MINDFULNESS - PERCORSO ONLINE da GENNAIO 2022

Idee e pratiche per (ri)portare la consapevolezza nella vita di tutti i giorni

5 INCONTRI ONLINE A PARTIRE DA GENNAIO 2022

Il percorso è destinato a chi non ha conoscenza o esperienza di mindfulness o meditazione e chi le ha praticate occasionalmente.  È anche adatto a chi pratica la mindfulness individualmente ed è interessato a sperimentare un contesto di gruppo guidato per approfondire e stimolare la sua pratica.

La mindfulness può essere una vera scoperta per chi nella propria quotidianità si sente costantemente accelerato, sotto pressione, in balia di emozioni intense, o viceversa per chi sperimenta un senso di vuoto, di perdita di significato e di distacco dalla propria esperienza. Può rivelarsi molto utile a chi si accorge di passare molto tempo nella propria mente, perdendosi il “gusto” di ciò che avviene nel mondo reale. È anche una possibilità per chi affronta cambiamenti indesiderati e dolorosi e sente il bisogno di nuove risorse per mantenere equilibrio fisico e mentale.

Il percorso non è una psicoterapia e non la sostituisce, ma può affiancarsi efficacemente un percorso psicoterapeutico in corso; non è un cammino spirituale o religioso, ma può essere seguito da chi è credente e praticante di una qualsiasi religione.

Informazioni, calendario e iscrizioni

 

MBSR - Ottobre - Novembre 2021
  • Modalità di fruizione: ONLINE e in presenza
  • Durata: ottobre – novembre 2021
  • Primo incontro gratuito di orientamento 15 settembre 2021 ore 19.30-21.00. 
  • Termine iscrizioni: 24 settembre 2021
  • Costo: Il percorso di 8 incontri + 1 giornata intensiva ha un costo complessivo di € 400,00 da saldare al momento dell’iscrizione. La fattura può essere detratta come spesa sanitaria.

Mercoledì 15 settembre 2021 dalle 19.30-21.00 si terrà l’incontro di orientamento gratuito, per registrarsi al quale inviare una email a segreteria@iescum.org indicando se si desidera partecipare online o in presenza. In questa occasione sarà possibile sperimentare alcune pratiche di mindfulness, porre domande ai conduttori, condividere privatamente con un conduttore informazioni personali significative.

Il programma Minfulness Based Stress Reduction – meglio conosciuto con l’acronimo MBSR – è un percorso psico-educativo esperienziale di gruppo della durata di 8 settimane, per l’insegnamento della pratica della consapevolezza o presenza mentale, ovvero la capacità di prestare intenzionalmente attenzione alla propria esperienza, nel qui e ora, con un atteggiamento aperto e non giudicante.

Ideato nel 1979 da Jon Kabat Zinn, a partire dalla sua esperienza di meditazione buddista, nel tempo l’MBSR è diventato il riferimento per la maggior parte degli interventi scientifici basati sulla mindfulness.

Il programma prevede otto incontri settimanali di due ore e mezza ciascuno e una giornata intensiva, in cui, attraverso la pratica e la condivisione e guidato dai conduttori, il gruppo esplora diverse possibilità di pratica formale (l’attenzione al respiro, il body scan, la meditazione camminata, semplici movimenti yoga…) e informale (portare la presenza mentale nelle situazioni di vita quotidiana). La pratica prosegue in modo individuale e quotidiano a casa con il supporto di audio e schede.

Praticare la consapevolezza con regolarità ha degli effetti molto positivi sul benessere degli esseri umani: allentando la presa degli eventi esterni stressanti sulle nostre reazioni emotive e comportamentali, la mindfulness favorisce miglioramenti in molte aree: salute fisica, area emotiva, cognitiva e sociale. Partecipare a un MBSR può quindi essere utile sia a chi soffre di problemi fisici o psicologici, sia a chi vuole migliorare il proprio rapporto con il normale stress della vita, sia a chi per lavoro si prende cura di altri esseri umani e della loro sofferenza.

Destinatari 

Il percorso è destinato a chi non ha conoscenza o esperienza di mindfulness o meditazione, a chi le ha praticate occasionalmente, a chi ha già familiarità ma vuole rendere la sua pratica più profonda e stabile

Conduttori

Marta Schweiger, Ph.D.
Psicologa e Psicoterapeuta, è uno dei fondatori del Centro Interazioni Umane, dove svolge la sua attività professionale. È inoltre ricercatore e formatore sui temi dell’analisi del comportamento, l’Acceptance and Commitment Therapy (ACT) e la Mindfulness.
Pratica la mindfulness da quando ha avuto la fortuna di incontrarla, partecipando regolarmente a corsi di Hatha yoga, ritiri, seminari e gruppi di meditazione Vipassana e nella tradizione di Thich Naht Han. Si è formata come insegnante di MBSR presso Motus Mundi, centro riconosciuto dal Mindfulness Center della Brown University.

Marco Torti
Laureato in Comunicazione Internazionale, direttore commerciale di un’azienda nel settore della comunicazione online e coach ICF,Laureato in Comunicazione Internazionale, direttore commerciale di un’azienda nel settore della comunicazione online e coach ICF, sviluppa negli anni l’interesse e l’amore per la meditazione grazie alla frequentazione di fondazioni e centri che promuovono la Vipassana e la Mindfulness.
Si forma e diventa insegnante qualificato di MBSR (mindfulness-based stress reduction) presso il Motus Mundi centro riconosciuto e in collaborazione con il Mindfulness Center at Brown University.

ISCRIZIONI 

Percorsi di supporto alla genitorialità

Diventare genitore e continuare a esserlo, può rappresentare una delle esperienze di vita di maggiore soddisfazione e gioia personale. Sicuramente, non è un lavoro da apprendere né un disturbo da curare, ma in alcune situazioni può diventare impegnativo e frustrante. Al Centro Interazioni Umane offriamo percorsi individuali, di coppia e di gruppo mirati a coltivare consapevolezza, efficacia e soddisfazione nella genitorialità.

Che cosa si intende per supporto alla genitorialità?

Utilizziamo le nostre conoscenze di psicologia dell’età evolutiva, dei principi dell’analisi del comportamento applicati all’educazione, e la nostra esperienza clinica sulla interazione  genitore-figlio, non per giudicare cosa è giusto o è sbagliato, ma per aiutarti a godere il viaggio con tuo figlio e a scegliere con consapevolezza come comportarti come genitore, aumentando serenità, autonomia e senso di efficacia.

A chi sono destinati?

Un supporto mirato e professionale può fare la differenza in molte situazioni: ad esempio quando hai un figlio con un problema emotivo o comportamentale, quando la tua famiglia sta attraversando un cambiamento importante e forse doloroso, quando senti un senso di blocco e insoddisfazione e desideri lavorare sul tuo modo di essere genitore. Il percorso di supporto alla genitorialità può essere coordinato, nei casi indicati, con un intervento di supporto al bambino o all’adolescente.

Come si svolge un percorso?

Partiremo dall’osservare, e se necessario chiarire, i tuoi valori come genitore per individuare obiettivi realistici e significativi da raggiungere. Poi stabiliremo e alleneremo strategie definite ed efficaci di intervento da mettere progressivamente in atto nel contesto familiare e nella relazione con tuo figlio.
Riserveremo uno spazio per prenderci cura delle emozioni e i pensieri dolorosi del genitore, che spesso finiscono per guidare azioni molto diverse da quelle che vorresti o da quello che funziona con tuo figlio.
La durata e l’organizzazione del percorso è variabile a seconda degli obiettivi, ma definita e limitata nel tempo.

GENITORI IN CRESCITA - PERCORSI ONLINE di supporto alla genitorialità

Immagina di essere un giardiniere che cura un grande giardino, un giardino che hai scelto di seminare 5, 10 o forse 15 anni fa. È un giardino dove crescono molti tipi di piante, alcune sono belle, forti, profumate, altre sono inutili erbacce fastidiose, o piante che faticano a germogliare. Immagina che aver cura e far crescere sempre più rigoglioso il tuo giardino sia la cosa in assoluto più importante per te. Immagina che questo giardino sia tuo figlio.

Questa metafora rispecchia il nostro modo di vedere il difficilissimo e meraviglioso ruolo di un genitore. In alcuni momenti, come quello che stiamo affrontando con l’emergenza coronavirus coltivare questo giardino diventa ancora più complicato, ma sappiamo che questa è solo una delle tante condizioni difficili e a volte molto dolorose in cui il genitore può trovarsi a svolgere il proprio ruolo.

Nel percorso che proponiamo non abbiamo l’obiettivo di “risolvere” queste condizioni ma di aiutare il genitore a diventare, anche in queste condizioni, un giardiniere:

  • più consapevole, perché sa riconoscere meglio i diversi tipi di piante, sa che può fare molto per la salute del giardino e sa anche che non tutto dipende da lui;
  • più abile, perché conosce e applica più spesso modalità e strumenti che hanno dimostrato maggiori prove di efficacia nel fare crescere piante più forti;
  • più soddisfatto, perché agisce in linea con quello che per lui è importante e si prende cura non solo del giardino ma anche di se stesso.

Informazioni e iscrizioni